0 4 minuti 4 settimane

(di Pierfranco Moliterni)

Siamo dunque arrivati alla stagione 2022 del ‘Collegium Musicum’ di Bari fondato e diretto dal m° Rino Marrone e sulla cui lunga attività che risale a ben ventisette anni fa (!) bisognerebbe forse riflettere e far riflettere coloro che si interessano, istituzionalmente, della nostra vita culturale. E’ infatti un caso più che raro che una associazione musicale privata senza fini di lucro, la quale poi opera in Puglia e nel nostro Meridione, duri tanto a lungo con ottimi risultati che misuriamo grazie alla ‘longevità’, all’impiego di musicisti-esecutori locali e alla originalità delle proposte atte a far crescere il nostro pubblico che non è, e non deve essere solamente quello che sta dietro a Tosca, Aida, Traviata etc. ; e invece deve essere sollecitato con proposte più avanzate del vastissimo mondo della musica colta d’ogni nazione, tempo ed età.

E’ quanto si può agevolmente rilevare anche appena scorrendo la locandina di questa stagione divisa e operante in due luoghi fisici distinti quali sono l’Accademia Pugliese delle Scienze da una parte (luogo magico appartenente alla UniBA, diretta dal prof. Scandale e situata a Bari in via C. Ulpiani-villa La Rocca); e dall’altra il tradizionale teatro Abeliano. Il tutto si va ad inaugurare il 13 maggio con la originale e interessante proposta d’ascolto della musica per il film NUOVA BABILONIA, composta nel 1929 da Schostakovich, e qui diretta da Rino Marrone col suo fidato ensemble strumentale. La sua storia ci è nota e riguarda la Comune di Parigi del 1871 quando ci fu una sollevazione del popolo nel tentativo di non piegarsi alle condizioni imposte dalla Prussia vincitrice alla Francia grazie a princìpi socialisti concretatisi con la presa del potere da parte della classe operaia. Ospite d’onore della serata sarà il prof. Luciano Canfora che delineerà i contesti storici di quell’evento.

Si andrà avanti con un omaggio, con musiche di Bach, a P.P. Pasolini il quale, come pochi sanno, da adolescente ebbe a studiare il violino prima di dedicarsi alla poesia, alla scrittura, al cinema e anche al …calcio giocato. Il programma andrà avanti con il concerto della memoria per le vittime dell’Olocausto con la bela voce di Tiziana Portoghese e la fisarmonica del marito, il sensibile m° F. Palazzo; ad una performance originale di flauto e percussioni (il sempre pronto m° M. Bozzi e S. Baldoni), sino ad arrivare al fatidico concerto del 21 giugno per il Solstizio d’Estate ovviamente celebrato in musica. Da qui in avanti, il Collegium passerà al teatro Abeliano con il recital di una giovane violinista barese dal nome di M. Salvemini; per poi passare al concerto-monografico proustiano in collaborazione con l’ACIF ma transitando dalle musiche di Piersanti scritte per il ciclo televisivo del commissario Montalbano. Finendo dunque in bellezza e con spirito giovane per questa notevole stagione n. 21 dedicandola a Peter Pan e a Walt Disney di cui verranno eseguite e cantate musiche a cura del coro Vox Juvenes della sempre ottima maestra Emanuela Aymone.

Print Friendly, PDF & Email