0 5 minuti 6 mesi

Un altro mondo di musicisti, pugliesi, giovani e giovanissimi esiste, eccome!, nella nostra regione. Un mondo che supera certo dilettantismo appartenente alla cosiddetta «musica leggera» imperante dovunque e comunque. Qui invece si tratta di giovani pianisti, violinisti, cantanti, chitarristi, coristi, i quali, quasi annualmente, si esibiscono proprio a ridosso del massimo teatro pugliese, il ‘gran Petruzzelli’, e cioè nei saloni liberty del Circolo Unione di Bari. Laddove questo storico spazio si sta sempre più aprendo all’ambito artistico regionale ospitando (grazie alla disponibilità del suo presidente Tomasicchio) varie altre manifestazioni aperte al pubblico come sono quelle della storica associazione «Il Coretto» rilanciata dal m° Flavio Peconio, o come la «Nuova Accademia Civera» musicalmente governata dal m° Mario V. Scarangella. E infine come il «Concorso Musicale Internazionale Mediterraneo» oramai da ben quindici anni organizzato insieme all’associazione ‘Art Jonica’ di Taranto con l’intento di favorire la promozione artistica di giovani ed emergenti talenti tutti proiettati verso gli studi nei Conservatori statali di Musica presenti a Bari, Monopoli, Lecce, Foggia, Taranto, Rodi Garganico.

Quello è un concorso indirizzato ai musicisti ‘colti’di giovane età, a volte addirittura preadolescenziali; concorso dedicato al ricordo di Pia Antonacci Sallustio la pianista, cantante lirica e didatta barese, e grazie alla competenza del m° Massimiliano Monopoli (docente di viola al ‘Paisiello’ di Taranto) e della prof.ssa Annamaria Sallustio (già nota e storica docente di pianoforte principale al ‘Conservatorio Piccinni’ di Bari).

Come si capisce da questa nostra breve nota si tratta di un appuntamento annuale che si articola in varie sezioni miranti alla presentazione di musicisti in alcune categorie strumentali e corali, i quali si sono esibiti in pubblico e nei giorni precedenti il S. Natale con concerti-audizioni svolte dapprima presso il Castello Normanno Svevo di Sannicandro e poi presso il bel Salone delle Muse del Circolo Unione di Bari.

Quindi tutto un mondo vario e variegato si è presentato al pubblico e alla giuria, mondo che spesso è nascosto alla ufficialità e che invece è meritevole d’ogni attenzione perché da esso sono venuti fuori talenti di respiro addirittura internazionale provenienti dalla provincia.

A tale proposito, vogliamo ricordare il violinista (salernitano) Giuseppe Gibboni, fresco vincitore nel 2021 del prestigiosissimo Premio Paganini di Genova, il quale, è bene saperlo, già tre anni or sono era presente proprio a Bari, e proprio al Circolo Unione, perché partecipava e vinceva da par suo una edizione del <<Concorso Mediterraneo>> nella sezione violinistica.

Dal super-paganiniano Gibboni dunque, siamo passati quest’anno al violinista ucraino (ma barese d’adozione perché studia nel nostro Conservatorio) Temur Yakubov, per poi transitare agli altri adolescenti e giovani vincitori che hanno riportato la massima votazione. Essi sono stati suddivisi in categorie strumentali, e in parte qui li nominiamo per dar loro quel lustro che essi meritano, e c’è da notare tra loro una presenza di giovani cinesi che vengono qui da noi, nella Apulia felix, proprio per apprendere la musica italiana, e non è cosa da poco: (pianoforte) Tarantino Angela/ Ruggiero Maurizia/ Ruggiero Anna Lucrezia/Ruggiero Rebecca/Carella Rossella/ Belligerante Francesco/ D’Agostino; Marco/Amoruso Cristian/ Giulio Colapietro/Davide Dentuti/ Nicola Pio Nasca/Candeliere Grazia; (arpa) Maglione Francesca/ Abbaticchio Giulia/ Torres Irene; (canto lirico) Zhang Xiodan/ Chen Ye/ Antonio Marzano/Irina Gorbatenko/Zhang Yu/ Di Santo Angelica/ Ma Chao/ Meng Lintong/ Li Yfan/ Li Ziyu/ Zhao Ychao; (Chitarra) Corriero Chiara/ Amatulli Giovanni/ Corriero Rocco/ Palmisano Paola/Campobasso Antonio/ Cavallo Davide / Trentadue Mariateresa/ Rodio/Lorenzo/ Yuri Pippo; (formazioni corali) Coro voci bianche ” Coccinelle “/ Coro Ensemble Di Venere; (Orchestre) LRGuitar class; (musica da camera) Yevhen Levkulich / Trio Mauro Piarulli – Stani Jasmine – Pascali Laura; (musica vocale da camera) Dell’Aversana Valentina – Marra Maria.

La giornata così intensa ha infine visto assegnati anche due Premi Speciali:

-borsa di studio ” Pia Antonacci Sallustio” ex aequo ai pianisti Candeliere Grazia e Nasca Nicola Pio per la migliore esecuzione di un brano romantico;

-borsa di studio ” Isabella d’Aragona” per migliore esecuzione di un’aria di Musica Antica al soprano Angelica Di Santo.

(prof. Pierfranco Moliterni)

 

Print Friendly, PDF & Email