In Italia fino al 1974 i privati non potevano aprire una stazione radio. La legge riservava allo Stato l’esercizio esclusivo della radiodiffusione circolare. Si ascoltava la radio pubblica (Radio Rai) e si guardava la televisione pubblica (Rai TV). Nel 1974 la Corte Costituzionale concesse ai privati la facoltà di trasmettere via cavo in ambito locale. Fu la prima storica sentenza contro il monopolio statale. La trasmissione via etere rimaneva interdetta ai privati. Nel 1976 arrivò una seconda, decisiva, sentenza della Corte Costituzionale (n. 202 del 28 luglio 1976) in cui venne liberalizzata la trasmissione via etere in ambito locale. Le radio libere ebbero così copertura legale; da allora poterono moltiplicarsi su tutto il territorio nazionale. (Fonte web).

Adelfia è stata pioniera in quegli anni nel fondare “radio libere”: Radio Adelfia 1, Radio Studio A Canale 90, Radio Centro Mediterraneo, Radio Sound International sono state emittenti molto seguite e frequentate dalla meglio gioventù adelfiese. La storia di queste radio con i nomi dei loro fondatori sono stati oggetto di un articolo sulla Gazzetta del Mezzogiorno del 16 febbraio 2021 dal titolo: La prima antenna libera ad Adelfia creata con un barattolo di pelati.

 Radio Centro Adelfia, nasce da un idea su modello delle radio libere di Adelfia, ormai passate alla storia.

Il progetto è stato promosso dal Comune di Adelfia, Assessorato alle Politiche Sociali nella persona di Biagio Cistulli, ed è stato concepito come un’iniziativa di solidarietà, per far sentire meno soli coloro che durante le restrizioni dovute al Covid non potevano aver vicini i loro cari, e per divulgare e promuovere la cultura musicale. Il nome originario era “Radio Centro Anziani” e l’idea era quella di utilizzare dei dischi in vinile originali degli anni ’50, ’ 60, ‘70, fino ad arrivare ai nostri tempi, percorrendo la storia della musica e costruire così un ponte fra le diverse generazioni.

La prima puntata è andata in onda, sabato 13 febbraio, per celebrare la giornata mondiale della radio, sono stati contattati i DJ dell’epoca che conducevano le radio di Adelfia.

Le puntate sono state trasmesse sui canali social del Comune di Adelfia e del Centro Comunale Anziani e come ai vecchi tempi c’erano le chiamate in diretta dove gli ascoltatori chiedevano di dedicare canzoni ai loro amici, mogli, fidanzate. I bravissimi DJ che avevano imperversato nelle radio di Adelfia degli anni fine 70: Pino Scattaglia, Mimmo Mallardi, Mimmo Favale, Annarita Avvantaggiati già speaker di Bari Canale 100, Antonio Porcelli, Rita Ferri, Tina Ottavino si sono ritrovati a tenerci compagnia e ad alleviare la noia dei sabato pomeriggi di lockdown.

Come si suole dire “l’appetito vien mangiando”: il progetto ha riscosso successo ed è stato seguito da un pubblico sempre più numeroso, è stato così, ampliato ed gli è stato dato un taglio anche culturale.

La radio ha cambiato nome da Radio Centro Anziani a Radio Centro Adelfia e sono nati una pagina e un gruppo facebook dedicati, con cui tutti possono interagire e che in poco tempo ha registrato più di mille followers. Gli organizzatori hanno, cosi, deciso di dare più spazio ai musicisti e artisti del nostro paese, sia a quelli emergenti, che ai professionisti che si sono distinti nel panorama nazionale e internazionale. Sul gruppo RCA sono stati creati dei sondaggi musicali e messi in palio premi, distribuiti agli ascoltatori che hanno scelto le canzoni e gli artisti preferiti, attraverso sorteggi. I premi sono stati messi a disposizione dalle attività commerciali locali, grazie alla collaborazione con l’Assessorato alle Attività Produttive Valentina Cristiana Lacasella.

La sede delle trasmissioni di Radio Centro Adelfia è l’auditorium della Biblioteca comunale di Adelfia “A. Cafaro”, che con le dovute regole Anti-covid, ha ospitato i Dj e alcuni personaggi, mentre altri sono stati intervistati in diretta, in video chiamate.

Hanno partecipato alle dirette, in collegamento video, grandi nomi del panorama musicale italiano: Richy Portera, Mariella Nava, Mario Rosini, Franco Simone. Hanno suonato live in studio musicisti di fama nazionale: Pino Mazzarano, Savio Vurchio, Leo Torres, Nikaleo, Rose Mary Nicassio. Insieme ad essi hanno partecipato musicisti emergenti locali: la bravissima cantante Chiara Lacasella e il giovane cantautore Gigi Cimini che scrive le musiche e i testi delle sue canzoni: hanno avuto l’occasione di essere ascoltati durante le loro performance rispettivamente da Mariella Nava e da Mario Rosini collegati con lo studio, ricevendone gli apprezzamenti; ci auguriamo che entrambi possano raggiungere il successo al più presto.

Altri personaggi si sono esibiti come Nicola Binetti, perfetto clone di Elvis e Mariella Laricchia che ci ha mostrato i passi di danza di alcuni tormentoni musicali.

Spazio anche alla cultura: una puntata è stata dedicata al dialetto e tradizioni locali ospitando l’Avv. Vito Nicassio dell”Accademje de la Canigghije”;  un’ altra dedicata alla storia di Adelfia con la sua famosa “Contrada Tesoro”, sede di ritrovamento dei resti di una villa romana, con ospite Anna Maria Tunzi, famosa archeologa con natali adelfiesi.

Ma non è finita qui… presto Radio Centro Adelfia sarà in tour! La radio itinerante scenderà tra le piazze e i borghi di Adelfia e dintorni.

RCA in tour: musica, storia, cultura, tradizioni, gastronomia del nostro paese e dei paesi limitrofi.    

Ringraziamo Laura Bruno per il prezioso contributo e la collaborazione nella ricerca delle informazioni e curatrice dei testi, indispensabile figura per la realizzazione di questo progetto che arricchisce culturalmente la nostra comunità.

Si ringrazia, inoltre, la regia audio video di Tino e Flavio Lacasella.

Per seguire qui il link        https://www.facebook.com/groups/1655443784650160

Maria Francesca C.          

Print Friendly, PDF & Email

Di Polis Notizie

Redazione

error: Content is protected !!