I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Modugno la scorsa sera hanno denunciato in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria un 21enne già noto alle forze dell’ordine.

Il ragazzo e dei suoi amici nei giorni precedenti avevano pubblicato sui social alcuni video che ritraevano l’interessato mentre alla guida della sua autovettura si aggirava per le vie di Modugno con un dispositivo di emergenza lampeggiante di colore blu posizionato sul tetto, funzionante ed identico a quello in uso alle forze di polizia.

Il video non è passato inosservato agli occhi degli investigatori, che consapevoli della situazione, al primo controllo utile hanno proceduto a verificare se il dispositivo in questione fosse a bordo dell’auto condotta dal soggetto.

La scorsa sera, proprio durante il controllo, il lampeggiante blu, identico per caratteristiche e funzionamento a quello in uso alle forze dell’Ordine e solitamente utilizzato per contraddistinguere le auto Istituzionali “in tinta civile”, è stato rinvenuto occultato sotto il sedile anteriore lato passeggero dell’auto condotta dal ragazzo. L’oggetto veniva pertanto sottoposto a sequestro, mentre per il giovane scattava la denuncia per “illecita detenzione di segni distintivi contraffatti”.

Inoltre per il 21enne e per i suoi amici, controllati ben oltre le ore 23.00, atteso che non avevano alcun giustificato motivo per violare il coprifuoco, sono stati sanzionati amministrativamente per la violazione delle norme dettate per prevenire il diffondersi della pandemia da covid-19.

Print Friendly, PDF & Email

Di Polis Notizie

Redazione

error: Content is protected !!