(di Pierfranco Moliterni)

In una assoluta anteprima , ecco qui di seguito il ‘cartellone’ 2021 della XXVI stagione del <<Collegium Musicum>>, il complesso-associazione diretto da Rino Marrone.

Si riparte, finalmente, dal mese di giugno con i primi quattro appuntamenti all’aperto nella bella sede di Villa La rocca/Accademia Pugliese delle Scienze di Bari. Seguirà l’appuntamento speciale de «Il carnevale degli animali» nel cortile dell’Istituto Redentore (25 giugno), cui seguiranno altri cinque appuntamenti (da ottobre a dicembre) al Nuovo Teatro Abeliano

L’8 e il 15 giugno esecuzioni dei solisti del Collegium, contornate da brani legati alla forma della «Fantasia» in musica con autori che vanno dal periodo barocco al ‘900, le prime assolute di due brani commissionati dal Collegium ai compositori pugliesi Roberta Peroni («Fantasy» per viola e contrabbasso) e Paolo Messa («Fantasy» per flauto dolce e basso tuba).

Il 21 giugno, in occasione della Festa della Musica, sarà dedicato interamente alla musica di Nino Rota: un solstizio d’estate speciale, con la presentazione del libro del musicologo Pierfranco Moliterni «Nino Rota. L’ingenuo candore di un musicista» (alle 18, con alcuni brani che faranno da contrappunto al dialogo dell’autore con il prof. Pasquale Martino), seguita dalla proiezione del documentario di Mario Monicelli «Un amico magico: il maestro Nino Rota», e da un concerto tra i viali di Villa La Rocca in un’atmosfera che Rota avrebbe certamente amato.

Venerdì 25 giugno ci si sposterà nel Cortile dell’Istituto Salesiano Redentore per una versione de «Il carnevale degli animali» di Camille Saint-Saëns: solisti i pianisti Pasquale Iannone e Leonardo Colafelice, con le voci narranti di Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo

La seconda parte della stagione si svolgerà al Nuovo Teatro Abeliano di Bari:

il 5 ottobre sarà il libro di Enrica Simonetti, «Puglia, un viaggio nel colore», a fare da trait d’union tra le fotografie e i filmati di Giorgio e Nicola Amato, e le musiche di Richard Galliano («Viaggio») e Astor Piazzolla («Las Cuatro Estaciones Porteñas»).

Il 26 ottobre toccherà all’omaggio a Gianni Rodari con il “gioco musicale” di Nicola Scardicchio «Ci vuole un fiore». Antonio Stornaiolo sarà voce recitante, con il Coro di voci bianche Vox Juvenes diretto da Emanuela Aymone.

Il 5 novembre appuntamento con «Baudelaire e Wagner: quando la musica si fa poesia», con un racconto del musicologo Sandro Cappelletto che interverrà durante la serata (realizzata in collaborazione con l’Alliance Française di Bari, per il bicentenario della nascita del poeta francese).

Il 30 novembre saranno poi di scena i brani di alcuni grandi compositori del ‘900: Paul Hindemith, Jacques Loussier (solista nel Concerto per tromba e orchestra d’archi Paolo Russo), John Cage e Nino Rota.

Chiusura di stagione il 21 dicembre con il Concerto di Natale nella Chiesa di San Sabino: protagonista il Coro di voci bianche Vox Juvenes diretto da Emanuela Aymone, con musiche di S. Alfonso Maria de’ Liguori, Cesare Zanella, John Reading, François Couperin, César Franck, Charles Gounod, Fred Coots.

Print Friendly, PDF & Email
error: Content is protected !!