Bari, 14 febbraio 2021 – Nelle auto da Formula 1 tutto è spinto al massimo: la velocità, la tenuta, l’aerodinamica, i dispositivi della vettura, i materiali che la compongono così come i piloti dai nervi d’acciaio che devono essere supportati da una folta schiera, tra progettisti, collaudatori, staff organizzativo-gestionale. Il tutto di altissima qualità con lo sguardo alla massima sicurezza e all’ottimizzazione dei consumi massimi previsti e nell’ambito dei regolamenti. In questo scenario, la Ferrari è il marchio, diventato mito, più conosciuto al mondo; è una eccellenza italiana. I miti però vanno curati, coccolati, coltivati con passione e dedizione per non “invecchiare” mai. Il Cavallino rampante mantiene quell’energia grazie ad uno staff di primissimo piano e, in quel team, alcuni provengono dal Politecnico di Bari.

La Ferrari nella Formula 1. La progettazione strutturale del veicolo è fondamentale. Sul tema è in programma al Poliba un apposito seminario dal titolo, “Esperienze del calcolo strutturale nelle Ferrari di Formula 1”. Relatore d’eccellenza, l’ing. Matteo Parlamento, Head Stress Unit, Ferrari squadra corse Formula 1. L’ing. Parlamento proporrà una panoramica di alcune applicazioni del calcolo strutturale in ambito strutture veicolo di F1. Ciò mostrerà l’importanza di una applicazione di queste tecniche in un ambiente competitivo dove riuscire a portare al limite il design dei componenti, pur garantendo l’affidabilità e la sicurezza, è di primaria importanza. L’applicazione del calcolo strutturale infatti, non può prescindere, per poter dare efficacemente i suoi frutti, dall’essere completata da technical e soft skill più generali che aiutano l’ingegnere progettista a valorizzare il suo contributo alla prestazione della vettura.

Il seminario, organizzato dal Dipartimento di eccellenza di Meccanica, Matematica, Management,  del Poliba, appendice al corso “Costruzione veicoli terresti”, docente prof. Michele Ciavarella, in collaborazione con l’associazione studenti, AUP, si terrà domani, lunedì, 15 febbraio, ore 16,10. L’evento è aperto agli studenti, ex-studenti, docenti, assegnisti e dottorandi del Poliba, ma anche ai fan della Formula 1.

Gli interessati dovranno però, entro le ore ore 16,00 di domani, lunedì, 15 febbraio procedere  alla registrazione con autodichiarazione sulla chat teams (nome, cognome, qualifica) che non faranno foto né video dell’evento, né interviste all’ing. Parlamento dopo l’evento. L’iniziativa inoltre, non sarà possibile condividerla su canali esterni come youtube, etc.  Sarà invece possibile proporre domande tecniche dopo la relazione. Ecco il link per potersi prenotare.

https://teams.microsoft.com/l/channel/19%3ab78ace36c3a54bacb3ea3370317b22a4%40thread.tacv2/Generale?groupId=d27e4c6e-ab65-409a-94a0-7d284bf9054d&tenantId=5b406aab-a1f1-4f13-a7aa-dd573da3d332

Il programma prevede: ore 16.10: Saluto del Magnifico Rettore prof. Francesco Cupertino e del Direttore del Dipartimento di Meccanica Matematica, Management, Giuseppe Carbone. Introduzione, prof. Michele Ciavarella, ordinario del corso in “Costruzione veicoli terrestri”.

Ore 16.30 – 17.30: Webinar, ing. Matteo Parlamento “Esperienze del calcolo strutturale nelle Ferrari di Formula 1”.

Ore 17.30 – 18.30:  discussione tecnica con domande da parte di docenti ricercatori e dottorandi nonché studenti Poliba, sul tema trattato, sul futuro di Ferrari in F1, e su come si può costruire un Curriculum Vitae allettante per poter aspirare a lavorare in Ferrari F1, il sogno di ogni ingegnere meccanico.

Relatore, ospite del Poliba, ing. Matteo Parlamento, Ferrari Corse

 

Print Friendly, PDF & Email
Polis Notizie

Di Polis Notizie

Redazione

error: Content is protected !!