. Il video su YOUTUBE dei Ragazzi DELL’I.I.S.S. “Giulio Cesare” di Bari.

di Maria Francesca C.

La didattica a distanza (DAD) è il metodo di insegnamento che gli Istituti di Istruzione Secondaria Superiore stanno adottando su tutto il territorio nazionale in questo difficile momento della seconda ondata della Pandemia dovuta al coronavirus Covid-19. La scuola e docenti in questo momento stanno mettendo in campo tutte le risorse necessarie per fare lezione in modo efficace e per coinvolgere gli studenti che seguono da casa. 

“… Nella mia Scuola, e in tutte le Scuole, lavorare, svolgendo le attività tradizionali, come spiegazioni e interrogazioni o inventandosi attività diverse, più accattivanti magari, che mettano alla prova le competenze dei ragazzi, sviluppandone lo spirito critico, l’attitudine ad un Sapere pluridisciplinare, non è un evento straordinario, ma rientra nella quotidianità, anche in circostanze così difficili come quelle attuali”, ci scrive la professoressa di Italiano e Storia Lucilla Simone della scuola I.I.S.S. “Giulio Cesare” di Bari, che insieme alla sua classe V C linguistico, ha ideato un video che hanno pubblicato su  YOUTUBE “Dialogo fra LEOPARDI LA NATURA E NOI AL TEMPO DELLA DAD”.

Un idea semplice ma geniale che ha visto coinvolti tutti ragazzi della classe, che hanno prima studiato e poi registrato ognuno a casa, il proprio dialogo interpretando la propria parte. 

Com’è articolato il progetto e come è stato realizzato ce l’ha spiegato la professoressa Lucilla Simone.

Il video è un dialogo immaginario che avviene tra Leopardi, la Natura e noi circa 200 anni dopo la pubblicazione delle “Operette morali”. In quest’opera l’Autore sviluppava, attraverso dei dialoghi, la sua idea della Natura come nostra “madre di parto, ma di voler matrigna”, una madre che ci ha sì generati, ma che poi non si cura della nostra felicità, anzi ci sottopone ad una serie di sofferenze.

Le prime battute del nostro dialogo vedono appunto Leopardi incominciare con le sue recriminazioni nei confronti della Natura che però questa volta ha purtroppo tutti gli elementi per ribaltare le accuse: è l’uomo, che soprattutto dall’avvento dell’industrializzazione, la sottopone a continui attacchi distruttivi. Intervengono nel dialogo altri personaggi che fanno alcuni esempi di ciò che minaccia la Natura e auspicano soluzioni al riguardo.

Leopardi, alla fine del suo componimento “La Ginestra”, una sorta di suo testamento spirituale, auspicava che gli uomini si riunissero in una “social catena” contro la Natura, qui il dialogo invece si conclude con Leopardi, colpito da quanto ha sentito, che incoraggia gli uomini ad unirsi per proteggere la Natura con atteggiamenti responsabili, improntati ad uno sviluppo sostenibile.

L’idea è nata dalla necessità di fondere in chiave pluridisciplinare quanto appreso su Leopardi, le tematiche di Educazione civica, da quest’anno materia oggetto di studio e di valutazione, con particolare riguardo all’Educazione ambientale, nonché le competenze riguardo all’uso degli strumenti multimediali che, con la DAD, sono ormai il nostro pane quotidiano.

Dopo lo studio di Leopardi, la professoressa, ha introdotto brevemente il tema del rapporto fra UOMO e NATURA, così come esso si è sviluppato nelle varie epoche storiche; ha successivamente assegnato delle ricerche agli studenti, sui principali problemi ambientali e su quanto si sta facendo al momento in tema di salvaguardia ambientale.

Infine hanno sceneggiato le battute, assegnato le parti e registrato singolarmente gli interventi, per poi montarli insieme.

Il link del video

https://www.youtube.com/watch?fbclid=IwAR1B3umwtbXZggwH-5A3Z4hzGTfbKQENj5lYH9qr8Urd6RmKdvfixlzMzak&v=wYcIyfhfaUI&feature=youtu.be

open day online

 https://www.iissgiuliocesare.edu.it/2020/11/13/vi-invitiamo-ai-nostri-open-day-virtuali/

 

 

 

 

Pubblicato 20 Dicembre 2020 by Polis Notizie

Print Friendly, PDF & Email
Polis Notizie

Di Polis Notizie

Redazione