“Nel mondo contemporaneo l’uomo molto spesso tende a sottovalutare e a giudicare i suoi simili”

 

 

di Valter Fasto

Oggi giorno per la maggior parte, il giudizio sugli altri, non viene fatto al fine di far riflettere sugli sbagli o eventualmente sulle mosse vincenti attuate dalla persona in questione.

Si giudica basandosi su pregiudizi che rendono le stesse persone riduttive, sempliciotte e imparziali.

In realtà, qualunque sia la motivazione che può portare una persona a giudicare un suo simile, non è mai giustificabile.

Non bisognerebbe giudicare nessuno, poichè ognuno in base alle sue vite passate, al suo ciclo Karmico e quindi al suo livello di evoluzione spirituale, segue un percorso ben definito al fine di realizzare il compito che è venuto a svolgere su questa terra.

A livello “religioso”, sappiamo benissimo che “non bisogna giudicare perchè saremo giudicati allo stesso modo“. Solo la Saggezza dell’Intelligenza Superiore sa ciò che vive l’altro e di conseguenza lo protegge e lo guida.

Ella fa in modo che emerga il risveglio.

L’uomo che giudica in realtà ignora la Volontà Suprema e, così facendo svaluta l’altro, creando una sorta di separazione del mondo superiore col mondo umano. L’uomo che giudica si sente dominante , pensa di essere in grado di avere e dare una risposta per tutto; ciò in realtà non fa altro che imprigionarlo, limitarlo e condannarlo ad una vita mediocre da cui difficilmente ne uscirà.

Bisogna svegliarsi da questo mondo di falsa superiorità, bisogna aprirsi all’Intelligenza Divina onnipresente, alla presenza di Energie Luminose, che attraverso gli avvenimenti nella vita di ognuno, rivelano le imperfezioni e il cammino da seguire per elevarsi spiritualmente.

Se l’essere umano pensa di essere superiore agli altri, e quindi di essere più intelligente, di non avere bisogno di nulla e così via, in realtà egli è usurpato dal mondo degli uomini che lo imprigiona in un’illusione, privandolo del suo aspetto animista che in realtà è il vero mondo, quello degli esseri invisibili che vivono all’interno e intorno a lui.

Ciò lo porterà a non servirsi più della grande Luce Impersonale per vivere, ma del lato oscuro, le quali, lo schiacceranno e lo renderanno schiavo.

Dobbiamo imparare nel silenzio ad essere impersonali, qualunque sia la situazione che ci troviamo di fronte, anche se scomoda, dolorosa o torbida, e non esprimere un giudizio di condanna poichè ciò blocca la situazione, crea immobilità determinando un’unione con le forze oscure e, una sorta di prigionia che un giorno farà si che chi giudica si trovi nella stessa situazione del giudicato, poichè la Saggezza, in questo modo, ci forzerà a comprendere la vita.

In molti purtroppo, giudicano e condannano comportamenti altrui e magari, nella stessa situazione avrebbero fatto peggio o addirittura si comportano già peggio del “condannato”.

Per ogni avvenimento possiamo scegliere un comportamento stupido o Intelligente. La prima scelta di certo ci condurrà verso la prigionia, trasformandoci in un mendicante che cerca disperatamente e da solo una soluzione al suo problema. Se giudichiamo, un giorno l’Universo si mobiliterà per agire allo stesso modo contro di noi, facendoci patire la stessa sorte, senza guardarci, senza amarci e, senza comprenderci ci condurrà verso le tenebre ossia un mondo senza Intelligenza divina, senza soluzione e compassione. Per riuscire a superare tutto ciò, ci sarà bisogno di una grande energia, una grande forza e Intelligenza per liberare i mondi dall’oppressione delle forze oscure.

La seconda scelta, il cammino d’Intelligenza, ci conduce verso la libertà, verso la Saggezza universale e la grandezza di Dio.

Per concludere, è bene astenersi da ogni giudizio, poichè solo la Luce illumina e permette di superare tutti gli ostacoli, i quali non sono condanne, giuidizi o interruzioni ma, solo situazioni da superare lungo il cammino della nostra vita per arrivare al raggiungimento del nostro obbiettivo ultimo, quì sulla terra: lavorare per elevarci spiritualmente.

Ispirato dal libro di Olivier Manitara – “Le 22 tappe dell’Iniziazione” – Vangelo Esseno dell’Arcangelo Gabriele

Valter Fasto – “Ierogrammata (Scriba Esseno)” e Discepolo di Olivier Manitara, Maestro esseno e Rappresentante mondiale della Tradizione e Religione Essena

Print Friendly, PDF & Email
Polis Notizie

Polis Notizie

Redazione

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: