IL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELL’ ISTITUTO COMPRENSIVO “MORO – FALCONE”, NON SI E’ MAI FERMATO, SOSTENENDO CON LE SUE INIZIATIVE TUTTA LA COMUNITA’.

 

L’anno scolastico ormai è concluso, con tutte le contraddizioni e le difficoltà di cui abbiamo letto e dibattuto nel bui mesi passati. La Pandemia, come tutti sanno, ha confinato tutti in casa, così come i nostri studenti che hanno dovuto adattarsi alla didattica a distanza. Le difficoltà sono stante tantissime, anche perché tutti sono stati colti di sorpresa: studenti e insegnanti, genitori e dirigenti. Subito, tutti si sono rimboccati le maniche e senza esitazioni e polemiche, hanno continuato a lavorare da casa. Gli insegnati dopo un breve corso, già dalla settima dopo la chiusura delle scuole che è avvenuta il 5 marzo, hanno iniziato la didattica a distanza.

Dalla testimonianza di una docente della scuola secondaria dell’istituto comprensivo “Moro –Falcone” di Adelfia, l’esperienza è stata positiva, grazie alla collaborazione di studenti e genitori che senza esitazione si sono prodigati per la buona riuscita delle lezioni e dello studio a distanza. “Noi tutti, però, speriamo di tornare presto a scuola, perché i nostri ragazzi ci mancano e la vera scuola è quella in presenza, quella in cui docenti e alunni si guardano negli occhi…” ci ha detto la professoressa al telefono.

Il consiglio Comunale dei ragazzi e delle ragazze  (CCR) è la terza fase del progetto più articolato “Educare alla cittadinanza Attiva”, che si concluderà nel 2021. Alcuni punti sono già stati realizzati negli anni scorsi: La Campagna per la legalità: Dona 1 Euro per l’ulivo della rinascita a Scampia; Ragazzi Vigili e guardie Ecozoofile. Il progetto è stato proposto dall’Amministrazione comunale di Adelfia nella persona dell’assessore alla legalità e trasparenza Biagio Cistulli e promosso dall’Istituto Comprensivo “Moro – Falcone” dirigente scolastico prof. Nicola Errico. Ha come protagonisti i ragazzi delle seconde e dei due plessi “Giovanni XXII” di Canneto e “Giordano Bianchi Dottula” di Montrone della scuola secondaria di I grado. Le referenti del progetto della scuola sono: le Professoresse Limongelli Rosa, Laura Bruno, Bruni Angela e per l’amministrazione comunale Viviana Lafirenza.

I ragazzi componenti del consiglio, sono stati eletti con votazioni ufficiali dopo una campagna elettorale il 31/10/2019 e la proclamazione è avvenuta nella sala comunale il 9 novembre. Il sindaco del Consiglio Comunale dei ragazzi è Fiore Vito Andrea e i consiglieri sono: Martinelli Pietro e Macchia Nicole; Loconte Francesco e Gagliardi Giorgia; Bruno Giuseppe e Cimmarusti Roberta; Ingellis Pierluigi e Santoienna Lucia Sofia; Mondelli Leo e Antonucci M. Concetta; Leone Francesca e Ettorre Anna Miriam; Curzi Vincenzo e Nicassio Diana; D’Apollonio F. Karol e Caprioli Nicole.

Il CCR è un organo istituzionale consuntivo, presente in molti comuni italiani. Può elaborare delle proposte, in stretto contatto con gli organi comunali, per migliorare le condizioni sociali del territorio e affrontare problemi che riguardano la comunità, poiché il fine della scuola è proprio quello di formare dei futuri cittadini responsabili, attivi e partecipi alla vita sociale del territorio, attraverso la conoscenza e lo studio delle Leggi e della Costituzione.  

La prima seduta ufficiale avvenuta nella sala del consiglio comunale di Adelfia è stata 11 febbraio 2020, alla vigilia della chiusura delle scuole dovute al Covid-19, durante la quale i ragazzi hanno fatto proposte circa l’ambiente: il riciclo del cibo, l’uso della biblioteca comunale e l’Intercultura: inclusione di immigrati.

Dopo la chiusura, i ragazzi del CCR non si sono fatti scoraggiare dalla difficile situazione, hanno continuato ad operare da casa attraverso video messaggi in cui hanno dato informazioni riguardo la situazione di emergenza e di iniziative di solidarietà per i più bisognosi. Attraverso un loro messaggio sono stati vicini e hanno espresso la loro solidarietà al sindaco, durante il tragico evento della rapina e l’incendio subiti dal comune proprio nei giorni più critici della quarantena. La seduta conclusiva del CCR si è tenuta lo scorso 9 giugno, in video conferenza, dove sono state fatte proposte circa il nuovo centro di raccolta dei rifiuti differenziata e la riapertura della scuola a settembre, anche attraverso campagne di sostegno per i ragazzi con famiglie in difficoltà economica.  

Il loro lavoro e il loro impegno ci fanno ben sperare per il futuro. I ragazzi del CCR non si sono fatti condizionare dall’aspetto negativo della quarantena, né dalle sterili polemiche che spesso troneggiavano sui social, in silenzio con tanto impegno, studio e coraggio hanno sostenuto tutta la comunità Adelfiese. A loro va il nostro plauso e ringraziamento. Grazie anche chi li ha sostenuti: ai genitori, ai docenti, al dirigente scolastico e all’amministrazione comunale.

Maria Francesca C.

Print Friendly, PDF & Email
Maria Francesca C.

Maria Francesca C.

Redattrice

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: