Di Riccardo Guglielmi

Un’intera comunità si stringe, in un abbraccio ideale, a Don Mario Persano, il parroco di San Nicola a Carbonara, quartiere periferico di Bari, per festeggiare i 40 anni del sacerdozio.

Un’intensa giornata, domenica 15 aprile, che inizierà alle ore 11.30 con la Santa Messa, celebrata da Mons. Filippo Santoro vescovo di Taranto, presso la piazzetta della parrocchia San Nicola di Carbonara; a seguire un vin d’honneur e la sera, ore 19.30, per finire una domenica all’insegna della gioia e del sentimento di gratitudine verso un parroco che da quando è stato ordinato sacerdote è sempre impegnato nella ricerca della Bellezza, concerto dell’orchestra del Maestro Paolo Lepore.

Tracciare il profilo di Don Mario diventa semplice quando si comprende il vero significato di Bellezza. L’incontro con Don Giussani già ai tempi del seminario, ha saputo fugare qualsiasi dubbio e tracciare nel giovane quel solco che lo avrebbe condotto, da uomo e da prete, alla ricerca di risposte concrete idonee a dare sicurezza e certezza non solo a chi ha fede, ma a quanti pensano che solo la ragione possa dare felicità.

Il donare conforto agli ammalati di cancro come Cappellano dell’Ospedale Oncologico di Bari, l’esperienza didattica, liceo e università, il forte rapporto con i giovani cui ha sempre riversato fiducia totale, la visione di una società moderna che si allontana sempre più dalla tradizione e dai riferimenti autorevoli, l’impegno nel sociale, il saper portare soccorso concreto al bisognoso prima che questi chieda aiuto, ha prodotto quell’ideale film rouge che unisce Verità e Bellezza. La Bellezza non è sola estetica o prodotto dei nostri sensi ma diventa spiritualità, divino soffio vitale che, dal cuore alla ragione, dalla morale all’etica, indirizza positivamente i comportamenti dell’uomo. Integrazione, rispetto per la diversità, amore e unione alla persona malata o disabile, il saper far avvicinare ai sacramenti, con riservatezza e garbo, chi si sente lontano dalla comunità cattolica, sono le caratteristiche che fanno del prete un grande uomo. Attratti dal suo stile comunicativo imprenditori, accademici, professionisti, illustri personaggi della cultura e dello spettacolo, alti gradi militari, tutti indipendentemente dal livello della loro fede, sono da anni vicini a Don Mario e lo sorreggono in tutte le manifestazioni sociali e solidali. Molto attivo sul territorio, questo sacerdote ha saputo costruire un solido rapporto con la comunità, fondando l’Opera San Nicola Onlus e avviando con l’impegno di tanti volontari una serie di attività, ambulatorio medico, mensa per i poveri, centro di ascolto e formazione didattica per permettere a ragazze e ragazzi di partecipare ai concorsi d’ingresso nelle Forze armate. Vivere la comunità di Don Mario non significa solo preghiera e volontariato. Non mancano manifestazioni ricreative e aggregative, concerti, teatro, cene, viaggi, nella foto in Terra Santa, e gite ludico-culturali. Questo fa dell’uomo un grande prete.

Papa Francesco ha detto ai preti : “Questo io vi chiedo: essere pastori con l’odore delle pecore, pastori in mezzo al proprio gregge e pescatori di uomini”. Don Mario Persano da sempre è pastore e pescatore.

Pubblicato 14 Aprile 2018 by Polis Notizie

Print Friendly, PDF & Email
2 pensiero su “Don Mario Persano: da 40 anni alla ricerca della Bellezza .Come un prete diventa pastore e pescatore di uomini”
  1. Le sue braccia sono aperte sempre 365 giorni all’anno ed accolgono tuttii i suoi insegnamenti sono stati i binari del nostro cammino di vita,un vero esempio di pastore della Chiesa,grazie don Mario

     
  2. Voglio condividere con la Direzione di Polis il commento inviatomi da Don Mario Persano:
    “Abbraccio forte forte… leggendoti mi hai dato la possibilità di considerare e rileggere la mia vita.. ho avvertito un senso di commozione per ciò che il Signore opera.. anche in me. Grazie di cuore”
    Riccardo Guglielmi

     

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.