MALATTIE DELL’APPARATO RESPIRATORIO E MEDICINA DELLE EMOZIONI

Condividi

Di Enrico Cembran

Attraverso l’Apparato Respiratorio si realizza lo scambio e la comunicazione tra ambiente interno e esterno all’organismo, mediante questi, si esplicita il rapporto con la vita stessa, rappresentata dall’ossigeno e con la morte, rappresentata dall’anidride carbonica.

In questo senso, le patologie respiratorie simboleggiano un bisogno profondo di spazio, l’aria quindi rappresenta l’autonomia necessaria a tutti per realizzare il proprio progetto esistenziale.

Per gradi estremi, queste malattie, veicolano un messaggio di mancanza di interesse per la vita e talvolta, una fonte di espiazione patologica di sensi di colpa non dissipati.

In particolare l’Asma è un possibile tentativo di separazione da una presenza materna percepita come molto opprimente per realtà oggettiva o per un proprio eccesso di attaccamento emotivo o per puro senso del dovere.

In tutti i casi, questa simbiosi affettiva crea sentimenti ambivalenti, si invoca da un lato quella presenza materna che riconduce al bellissimo periodo della vita intrauterina che poi in qualche modo si rifiuta per il proprio legittimo bisogno di indipendenza.

Le malattie delle prime vie respiratorie esprimono la metafora di uno squilibrio nella legittima necessità di sicurezza, di libera espressione, di realizzazione di se stessi e della necessità di “ricevere”.

In particolare i frequenti raffreddori possono comparire ricorrentemente nei momenti difficili nei quali la depressione ostacola l’espressione dei propri bisogni e la capacità di prendere quelle decisioni necessarie per tornare a vivere serenamente.

Il naso chiuso non consente alle emozioni di circolare liberamente da dentro a fuori.

Print Friendly, PDF & Email

3848total visits,66visits today

Polis Notizie

Polis Notizie

Redazione

Ti sono piaciuti i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli

error: Content is protected !!