ADELFIADI 2.0: Adelfia tra giochi d’altri tempi, caccia al tesoro, tornei e sport.

Condividi

Maria Francesca C.

Metti un paese con due campanili, due scuole, due piazze principali, due anime: Canneto e Montrone, con un solo Palazzo Comunale, un’unica amministrazione comunale, un nome “Adelfia” dal greco adelphòs fratellanza, in provincia di Bari. Metti che dei giovani amministratori organizzino con entusiasmo un evento epocale che faccia finalmente sentire agli abitanti di Adelfia tutti fratelli: Adelfiadi 2.0.

La sera del 3 settembre al palazzetto dello sport di Adelfia con la cerimonia di inaugurazione si è dato il via all’apertura delle Adelfiadi, una festa collettiva ADELPHIALAND dove è stata accesa, come in una piccola olimpiade, la fiamma della condivisione e della gioia collettiva. La festa che ha visto protagonisti i bambini e ragazzi del paese coinvolti in giochi di società e attività sportive come il Calcio balilla umano, Domino gigante, Multisport, Tiro a segno, Gioco delle Scale e con uno spettacolo finale di arti circensi “Where is Alice” con lo Stregatto, il Bianconiglio, il Cappellaio Matto, il Brucaliffo e la Regina di Cuori a cura della Compagnia della Deliranza.

Le Adelfiadi 2.0, si svolgeranno dal 3 al 14 settembre ad Adelfia e prevedono la partecipazione, di bambini e ragazzi dai 5 a 16 anni, previa iscrizione e versamento figurativo di 1 euro con la consegna della maglietta, la partecipazione è completamente gratuita a giochi e tornei di vari sport: Calcio, basket, pallavolo, tennis, beach volley, judo , karate, atletica, ciclismo, moutain bike, giochi d’un tempo ,caccia al tesoro,  e la scoperta di giochi nuovi come roverino e palla scout e ancora  Ping pong, dama e scacchi, calcio balilla.

Ad ogni minore viene consegnata una maglia di un colore che corrisponde al colore della zona in cui abita. I colori sono quattro: giallo, rosso, azzurro e verde.

Le Adelfiadi 2.0 sono la possibilità concreta di fare tornei e competizioni sportive e sfidare squadre avversarie per far trionfare l’amicizia e l’unione nonostante quattro colori diversi.

In questo evento sono state coinvolti tutte le associazioni sportive, di volontariato e ricreative del territorio.

L’evento è stato organizzato dall’assessorato allo Sport e alle Politiche giovanili del Comune di Adelfia Natale Macchia e la consigliera Viviana Lafirenza, il progetto e stato finanziato dalla Regione Puglia Assessorato allo Sport.

Il video promo è stato condiviso sui social: “Metti via lo smartphone; dedicati allo sport e al divertimento! … https://www.facebook.com/cannetovsmontrone/videos/2154841144813125/

Durante le Adelfiadi sarà dato spazio anche agli over18, alle mamme, ai papà, ai nonni, ai fratelli maggiori e chi vorrà prenderne parte, sia per il Torneo di calcio, Torneo di basket, Torneo di Beach Volley, Torneo di tennis, Torneo di bocce, Gioco del Musichiere, Gara delle Orecchiette e Cavatelli (che saranno mangiati tutti insieme) torneo di burraco.

Adelfia in questi giorni è inondata da ragazzi e bambini che indossano i colori vivaci e variopinte delle magliette che finalmente si sono riappropriati degli spazi che il paese gli offre condividendo la gioia e il piacere di stare tutti insieme all’aria aperta.

L’idea delle Adelfiadi non è nuova, infatti si sono svolte altre edizioni in anni passati, ma i giovani amministratori l’hanno rivisitata e ampliata.

L’idea è semplice e rivoluzionaria: purtroppo nostri ragazzi preferiscono rimanere a casa perennemente connessi sui social a discapito dei confronti diretti e di contatti reali con i propri coetanei.

In Italia oggi vivono circa 8 milioni e 200 mila giovani tra i 12 e i 25 anni. Di questi circa il 10% (dati ISTAT) si dichiara globalmente insoddisfatto della propria vita, delle relazioni amicali, familiari e della salute. Spesso i nostri giovani vengono lasciati soli sia perché i genitori sono impegnati con il lavoro e sia perché la comunità non offre spazi comuni in cui ritrovarsi per condividere piacevolmente il tempo libero, spesso i nostri ragazzi sono oberati da troppi impegni imposti dai genitori si corre in continuazione tra una lezione e all’altra di inglese, di tennis, di calcio, catechismo ecc. e non si gli si concede il lusso di passare un po’ di tempo di spensierato gioco all’aria aperta insieme ai ragazzi loro coetanei. Questi eventi sono perciò un’occasione per ritornare ai giochi, al confronto reale e al rispetto per gli altri che alcuni ragazzi oggi sembra che abbiano perso.

La cerimonia di chiusura delle Adelfiadi si svolgerà domenica 15 settembre con la premiazione della squadra che avrà vinto più tornei, ma il messaggio che si vuole trasmettere è quello che non ci saranno né vincitori né vinti, perché l’importante è partecipare e divertirsi.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

445total visits,2visits today

Polis Notizie

Polis Notizie

Redazione

Ti sono piaciuti i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli

error: Content is protected !!