Estate piena di lavoro, vacanze e tutto Salento per l’attore Luciano Marinelli.

Condividi

Vacanze in Salento per Luciano Marinelli  ma non solo,  voli tra Bari e Roma dividendosi tra i vari set che lo hanno coinvolto,  la fiction per Mediaset “Fratelli Caputo” per la regia di Alessio Inturri  prodotto da  Ciao Ragazzi di Claudia Mori,  e il set “ La vita davanti a se” di Edoardo Ponti  e il set di Carlo Verdone . Appuntamenti previsti a Settembre come relatore ad una Master Class  di un famoso regista di fiction . Un susseguirsi di impegni   per la preparazione di un film,  sulla mafia salentina,  che lo vedrà protagonista  .  Sono iniziati i preparativi tecnici, ed è stato proprio Luciano Marinelli a scegliere il suo preparatore ed addestratore tecnico-militare Roberto Lazzari. Volto famoso , criminologo e tecnico specializzato in balistica.  Marinelli ammette di essere nelle mani giuste, di un serio e  collaudato professionista, tutto questo per rendere credibile la pellicola un misto  tra la Piovra e Gomorra.  Non trapelano indiscrezioni nemmeno sulla sua presenza al colossal della MGM  007  – che si sta girando tra Matera e Gravina, anche se i più informati dicono di averlo già visto a Matera.

Luciano potresti raccontarci  di qualche tua  giornata in Salento, ormai salti Bari e ti dividi tra Roma e Lecce.

Certamente si, prima di tutto ringrazio tutti gli abitanti del Salento, i quali meritano rispetto e ammirazione, per come tutelano le loro tradizioni, la loro storia, la  cultura e l’architettura. Ho vissuto benissimo e vivo benissimo il Salento per quello che loro riescono a dare, tutto quello che fanno lo fanno con il cuore e la passione che solo i veri meridionali riescono a donare e farti sentire non ospite ma di famiglia.

Il mio amico fraterno non che leale e serio collaboratore Maurizio Longo mi ha fatto da cicerone e da supporto morale per alcune decisioni difficili dal punto di vista organizzativo.  Mi ha reso tutto più facile e vivibile, compreso la lunghissima lontananza dai miei cari. Una persona leale e corretta oltre a qualche diatriba  sulle squadre di calcio, ma anche li abbiamo riso.  A me il calcio non interessa, sono ben altre le passioni che potrebbero allontanarmi dalla magica terra del Salento e dai miei nuovi amici.

Inoltre è stato un grande piacere per me essere presente alla presentazione del libro “Azzurro come il Mare ” di Maria Rita Guacci, ma non solo, ho avuto la fortuna di poter ammirare a casa del maestro d’arte Salvatore Magli le sue bellissime opere.

C’e’ anche una storia d’amore targata Salento?

Perché no,  tutto è possibile. Per ora siamo e rimaniamo concentrati sui vari progetti filmici in preparazione. Ma spero che possa ricostruirmi una famiglia, e perché no, vivere nel Salento.

Quali sono i prossimi appuntamenti firmati Luciano Marinelli ?

Diversi e molteplici, il primo sarà a Settembre a Lecce 21 e 22 poi a fine ottobre la presentazione su Telerama della mia pellicola dal titolo “Lo Scrigno degli Angeli” , poi ad Ottobre a Bari per 5 settimane con la Ismaele film per il lungometraggio” Male ma non malissimo”, poi a Novembre come formatore per uno Stage attori a Lecce poi a Roma ….qui top secret e poi parte la grande operazione che certamente verrà coinvolta la città di Lecce con la rievocazione dei Gladiatori Romani nell’Anfiteatro romano di piazza Sant’Oronzo.  Per scaramanzia evito di dire altro.

All’inizio di questa estate c’e’ stato un incontro informale nel Tarantino con il suo amico e maestro Maurizio Cusano. Ci dobbiamo aspettare qualche altra sorpresa come quella di Six Underground ?

Maurizio Cusano è più di un fratello è più di un maestro è più di tutto per me. L’incontro era informale perché siamo amici veri e sinceri, parliamo di argomenti semplici che potrebbero partire dalla vita personale a quella lavorativa.   Lui ha un’agenzia a Roma di oltre 15.000 iscritti ed è un vero maestro con alle spalle più di 40 anni di esperienza professionale di primo livello. Quest’anno gli è stato conferito un ambizioso premio a Cortina per la sua carriera professionale, al quale mi associo con gli auguri perché lui merita realmente la sua fama di grande professionista del cinema.

Cosa direbbe a chi volesse intraprendere la strada del cinema ?

Primo gli direi di avere di selezionare  persone serie e realmente qualificate, poi di essere fortemente motivati e di metterci tutto l’entusiasmo del mondo. E’ difficile……ma non impossibile. Grazie Maria Pia e grazie a tutti i lettori.

Print Friendly, PDF & Email

4619total visits,13visits today

Polis Notizie

Polis Notizie

Redazione

Ti sono piaciuti i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli

error: Content is protected !!