Terza edizione del Festival Nòve Nòve Nòve di Ruvo di Puglia

Condividi

Si terranno giovedì 18 e venerdì 19 luglio, a partire dalle ore 19, i due talk organizzati dall’Associazione Culturale La Capagrossa per concludere il programma di incontri ospitati all’interno della mostra Mutazioni, inaugurata lo scorso 12 luglio nella Torre del Palazzo Melodia di Ruvo di Puglia nell’ambito della terza edizione del Festival sulla rigenerazione urbana Nòve Nòve Nòve.

Si inizia giovedì con “Green Jobs – lavorare sostenibile al Sud”, argomento sul quale si confronteranno Vito D’Ingeo, Presidente di Confcommercio di Ruvo di Puglia, Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia, Claudia Delle Foglie, Vicepresidente di Tersan Puglia – azienda di compostaggio di rifiuti organici – Claudia Marciano Costantino Forte, fondatori della start-up TRIP, operante nel riuso dei fanghi delle pietre.

A seguire, venerdì 19 luglio, sarà la volta del tema “Fragilità ambientali e diritti dell’ambiente”, approfondito con Giuseppe Milano, assegnista di ricerca presso l’Università di Pavia e l’ISPRA Puglia – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Valeria Corriero, Dottoressa di Ricerca in Diritto ed Economia dell’Ambiente presso l’Università Aldo Moro di Bari e Francesco Cocomile, Consigliere del T.A.R. Puglia.

A seguire, serata musicale organizzata da The Vinyl Breakfast Club nel Castello di Ruvo di Puglia per concludere il ciclo di incontri e laboratori protagonisti di questa terza edizione dal bilancio più che positivo: 12 partecipanti internazionali per una mostra che ha incuriosito più di 650 visitatori durante la prima settimana di apertura e che ha ridato vita a circa 240 metri quadri interni alla Torre del Castello di Ruvo, finora inutilizzati e messi, straordinariamente a disposizione dall’Architetto Vincenzo Stellacci; 15 aziende coinvolte sul tema del riuso dei materiali come punto di partenza per una rigenerazione urbana, economica e sociale; un workshop dedicato ai bambini sul tema del riuso e uno in cui gli adolescenti hanno potuto lavorare con l’artista bolognese Francesca Pasquali.

Grande attenzione è stata riservata, in particolare, al workshop dal titolo “Ruvo Circolare”, laboratorio di co-progettazione tenutosi presso il Coworking La Capagrossacon l’obiettivo di indagare possibili strategie di economia circolare applicabili a città medio–piccole come Ruvo di Puglia, di riscoprire il fertile tessuto produttivo ruvese e immaginare nuovi modi per rendere lo scarto una risorsa. Tra i partecipanti, anche 16 tra architetti, creativi ed esperti in materia ambientale e gestione dei rifiuti rientrati da vari paesi dell’estero dopo esperienze lavorative nei diversi ambiti di pertinenza e riunitisi a Ruvo di Puglia per un confronto costruttivo sui temi di interesse cittadino.

Al termine degli eventi e fino alla data di chiusura, fissata per domenica 21 luglio, la mostra collettiva internazionale Mutazioni, sarà visitabile tutti i giorni dalle 18 alle 21 all’interno della Torre del Castello Melodia (Arco Melodia 11), a Ruvo di Puglia. Ingresso libero.

Print Friendly, PDF & Email

119total visits,1visits today

Polis Notizie

Polis Notizie

Redazione

Ti sono piaciuti i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli

error: Content is protected !!