UN ORCHESTRA PER PINO DANIELE

Condividi

Il 14 febbraio, alle ore 19,30 presso il cinema Palazzo in Corso Sidney Sonnino n. 142 a Bari si svolgerà il concerto di beneficenza: “Un’orchestra per Pino Daniele”, il ricavato sarà devoluto interamente all’associazione ALZHEIMER Bari.

Guest stars: Tony Esposito e Tullio De Piscopo.

Arturo Caccavale voice & Trumpet

Ilaria Bucci voice

Alessandro Florio guitar

Diego Imparato boss

Oreste Sbarra drums

Gianluca Grasso piano

Simone Sala piano

Molise Light Orchestra & Antonello Capuano direttore e arrangiatore.

La malattia di Alzheimer è una patologia neurologica degenerativa che colpisce il cervello, conducendo progressivamente il malato ad uno stato di totale di inabilità, ed estremamente difficile per i familiari che si dedicano all’ assistenza e alla cura.

Sebbene la medicina e la farmacologia abbiano fatto progressi, e continuano a farne, la malattia rimane ancora senza cure risolutive; pertanto la famiglia rimane il principale e continuativo supporto per chi ne è affetto.

La malattia di Alzheimer colpisce 50 milioni di persone in tutto il mondo, con un nuovo caso di demenza che si verifica da qualche parte nel mondo ogni 3 secondi. I sintomi possono includere: la perdita di memoria, la difficoltà nel trovare le parole giuste o nel capire cosa dicono le persone, difficoltà nell’eseguire compiti di routine, cambiamenti di personalità e di umore.” (Neurologo Massimo Corbo. Direttore Scientifico Dipartimento Scienze Neuroriabilitative, casa di Cura del Policlinico, Milano).

L’Associazione “Alzheimer Bari” nasce nel 2002 per volontà di un gruppo di familiari desiderosi di portare aiuto a coloro che, colpiti dal morbo di Alzheimer, si possano trovare in difficoltà socio-sanitarie conseguenti a tale patologia.

Ispiratore e capofila fu il giornalista e scrittore Ignazio SCHINO che, affetto da questa terribile malattia, comprese appieno l’enorme necessità ed utilità di divulgarne la sua conoscenza, favorendo l’istituzione e l’incremento di una rete di servizi assistenziali.

Il Sodalizio raggruppa familiari, medici, psicologi, operatori socio-sanitari ed altre figure tutte coinvolte a vario titolo nella gestione dei pazienti affetti dalla malattia di Alzheimer e dei loro familiari; l’attività, dell’associazione, si è andata sempre più consolidando nel tempo ed oggi è in grado di offrire  aiuto a chi ne ha bisogno e  gli si rivolge, con un’ articolata diffusione della sua presenza in Puglia con la  sua sede principale a Bari e con i suoi attuali 14 sportelli periferici, che contribuiscono  a una sensibilità collettiva che trova riscontro nei traguardi conseguiti.

L’Associazione “Alzheimer Bari” – confederata con la Federazione Alzheimer Italia – è una Onlus riconosciuta dalla Regione Puglia con DPRG n° 368 del 19 settembre 2006, iscritta al n° 751 del Registro Generale delle Organizzazioni di Volontariato ed opera prevalentemente sul territorio della provincia di Bari.

Alcuni progetti che sono stati sviluppati dall’associazione Alzheimer Bari:

2013 – Il 16 di dicembre si concretizza un’idea rincorsa da tempo e voluta tenacemente dai suoi fondatori: avere una sede operativa multifunzionale che possa offrire quanto di meglio, di aggiornato, di avanzato sia ai pazienti che ai loro caregivers, un servizio multidisciplinare all’avanguardia nel panorama della sofferenza che crea la malattia diagnosticata per la prima volta all’inizio dello scorso secolo dal dr. Aloysius “Alois” Alzheimer. Così nasce “Casa Alzheimer Don Tonino Bello”. Dove opera con passione e dedizione una preparatissima Dott.ssa Katia Pinto, vicepresidente dell’associazione.  Una villa su tre superfici con giardino, un luogo familiare dove l’accoglienza e determinata non solo dalla cordialità degli operatori, tutti altamente specializzati, e dei volontari ma, anche e soprattutto, dall’ambiente stesso, caldo e coinvolgente come una casa. La struttura, adoperando un approccio multidisciplinare, vuole fornire una globale presa in carico della persona in difficoltà e della sua famiglia, guardando al soggetto con demenza nella sua totalità, attraverso interventi di sostegno e di programmazione socio-riabilitativa personalizzata. Qui lavorano quotidianamente intere equipe, costituite da figure professionali di prim’ordine; neurologi, neuropsicologi, psicologi, terapisti occupazionali, medici, avvocati tutti volontari che offrono la propria esperienza, il proprio sapere, il proprio tempo per raccogliere la sempre crescente richiesta di aiuto che ormai giunge da molte persone. Nella “Casa Alzheimer Don Tonino Bello”: si effettuano percorsi psico-soci-riabilitativi e di supporto, stimolazione cognitiva individuale e collettiva, sollecitazione delle abilità residue, laboratorio musicale, ortoterapia, pet therapy, stimolazione transcranica, Amaryllis Cafè.

2018 – L’associazione collaborando con “Generali Arredamenti s.r.l.”, il giorno 10 luglio ha realizzato un cortometraggio a bordo di un vagone ferroviario della FrecciaArgento Bari – Lecce intitolato “In treno … con i ricordi”. Lo scopo è stato quello di poter confrontare i benefici che si possono conseguire in un contesto di viaggio virtuale, utilizzando la “Terapia del Viaggio” che si applica a “Casa Alzheimer Don Tonino Bello” fin dal 2015 in uno scompartimento ferroviario perfettamente riprodotto in sede, con quelli rivenienti da una situazione vissuta durante un viaggio reale. Per ottenere una totale omogeneità di dati, per entrambi i contesti abbiamo chiesto ed ottenuta la partecipazione di un nostro ospite, un soggetto di 78 anni con malattia di Alzheimer di grado moderato, da noi ben conosciuto e molto stimato. Assieme a lui hanno partecipato al viaggio in treno – in una carrozza appositamente riservataci ed attrezzata per lo scopo – con sua moglie, diversi professionisti psicologi, medici, educatori, operatori ed alcuni accompagnatori, proprio con l’obiettivo di riprodurre al meglio un normalissimo tragitto ferroviario. Durante il viaggio sono state effettuate moltissime videoriprese, sessioni di reminiscenza, riproduzioni di vita comune allo scopo, naturalmente, di creare un documentario di tale esperienza il più approfondito possibile. La destinazione scelta si è rifatta alla storia di vita vissuta del paziente, originario di un paesino nel leccese. Il cortometraggio del viaggio verrà presentato a breve sul nostro sito e quello relativo alla terapia del viaggio: www.alzheimerbari.it  e www.terapiadelviaggio.it 

Siamo tutti invitati a partecipare per info: Associazione Alzheimer Bari Tel. 0805563647

Maria Francesca C.

Print Friendly, PDF & Email

1945total visits,2visits today

Polis Notizie

Polis Notizie

Redazione

Ti sono piaciuti i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli

error: Content is protected !!