Torna l’happening di MyMee, così l’arte e la cultura si spostano da Facebook a Roma: e diventa anche un set cinematografico.

Condividi
L’appuntamento con il Secondo Happening MyMee, l’evento che rende reale la community virtuale di Facebook, è per il 24 novembre 2018 a Roma, presso al Salotto Palatino in via dei cerchi 75. I lavori si apriranno alle 18 e si protrarranno fino a tarda sera con le esibizione del DjSet.
MyMee è un grande movimento digitale di social publishing. Nato sette mesi fa da un’intuizione di Marina Giacomel, conta 11400 iscritti e nasce sulla scia del romanzo scoperto sui social, Lei di Paolo Varese. MyMee è una grande casa in cui si incontrano artisti di ogni genere, intellettuali, curiosi lettori o appassionati di arte, ma tutti con il desiderio di contribuire alla diffusione del sapere, tanto da investire gratuitamente un po’ del loro tempo a tale scopo. A chi vi si accosta per la prima volta MyMee appare come uno dei tanti gruppi Facebook. Lo è, ma dietro c’è molto di più: un progetto che si è evoluto e che presto diventerà un marchio letterario digitale e molto altro ancora. Oggi è uno spazio libero adibito alla cultura, un ponte tra le diverse espressioni artistiche e culturali. Il gruppo si alimenta quotidianamente di post e rubriche curate da volontari che credono fermamente in un concetto di cultura circolare.
La serata sarà all’insegna della cultura, dell’arte e dello spettacolo quella che si svolgerà nella suggestiva location tra le mura Palatine e il Circo Massimo. Attraverso due grandi sale messe a disposizione da Alessio Sacchetti, ormai amico e sostenitore di MyMee, si svolgerà una variegata kermesse artistica a 360 gradi: scrittori, musicisti, pittori, film-maker, performer e tanti altri ancora. Una no-stop che sarà presentata dalla giornalista Rai Simonetta Guidotti,conduttrice del Tg2 e della rubrica top di Raidue Costume e società e dalla bravissima Claudia Peri.
L’evento durante la serata si trasformerà anche in un set cinematografico dove saranno tutti invitati a partecipare:  si gireranno alcune scene di un film, per la regia di Bruno Colella, un progetto in collaborazione con Napoli Eden,  di Anna Laura di Luggo.
Tra le opere surrealiste del maestro  Frattaioli presenteranno i loro libri scrittori famosi ed esordienti:  aprirà i lavori   Paolo Di Mizio,conosciutissimo anchorman del Tg5, che presenterà il suo ultimo lavoro Teneri Lupi, a seguire Claudia Sabacon In viaggio per la felicità e Fabio Monteduro con la sua nona pubblicazione Airam, la sindrome della bambola di legno, l horror di successo che è stato sceneggiato da Beniamino Giunta. Non poteva mancare Paolo Varese, che ci parlerà del suo romanzo d’esordio Lei.
 Lei è un progetto che non si arresta: Paolo infatti presenterà la sceneggiatura tratta dalla sua opera da Beniamino Giunta e Simone Celli.  Presenterà, inoltre, anche il booktrailer del romanzo,  un altro lavoro nato su MyMee con la collaborazione di Raffaella Maresti,A chiudere la parte letteraria, Mauro Valentini , presenterà il suo ultimo libro su un giallo che da appassiona l’opinione pubblica italiana, Mirella Gregori: cronaca di una scomparsa.Infine Davide Vendetta, ventunenne ma già alla sua terza pubblicazione, ci presenterà il thriller Sotto la neve Maria Pasta si racconterà con la sua opera Il gioco del silenzio.
Spazio anche all’arte del cinema. Il filmmaker Manuel Pappacena presenterà un toccante cortometraggio girato ad Amatrice, distrutta dal terremoto, Casa tua, mentre la MC2 Production del trio Fabio casale, Gianluca Clementi e Massimiliano Meniconi, presenterà un originale cortometraggio, Se fossi attimo, con la partecipazione straordinaria di Franco Califano.
Inusuale, ma di grande impatto il progetto fotografico-performativo Blind Vision di Annalaura Di Luggo,una installazione multimediale che sta facendo il giro del mondo riscuotendo ovunque un grande successo. Gli occhi sono il centro della ricerca artistica di Annalaura, che ha scelto l’iride come simbolo dell’identità e dell’unicità di ogni essere umano: dalle star di Hollywood ai senza fissa dimora, dai politici internazionali ai carcerati, dietro l’obiettivo della macchina fotografica brevettata dall’artista sono state immortalate più di 1000 persone di ogni tipologia.
Questa performance sarà la scena di un film che si girerà la sera stessa dell’evento, il 24 novembre al Salotto Palatino. Il film, diretto da Bruno Colella e con la fotografia di Blasco Giurato si ripropone di sensibilizzare la collettività sul valore del riutilizzo consapevole di scarti in alluminio, fino a farli elevare allo status di opere d’arte. È proprio per questi principi che MyMee condivide e appoggia  il progetto, sfociato nel film, Napoli Eden e diffondere insieme la cultura e il linguaggio dell’arte con una valenza di arricchimento di principi etici, civili e sociali.
Dagli occhi al naso con l’idea dell’iconoclasta e poliedrico Angelo Orazio Pregoni, artista rivoluzionario e fondatore del brand O’DRIÙ che si è affermato sulla scena mondiale come uno dei più rivoluzionari nasi della storia della profumeria.  Attraverso i suoi profumi, Pregoni ha reso l’olfatto un mezzo per introdurre concetti etici e morali, e con le sue performance artistiche di carattere Fluxus ha superato i confini del concettuale. Salace ironico scrittore presenterà, durante una performance, le sue avanguardistiche poesie di prossima pubblicazione ACINESIA.
Non poteva mancare il teatro, con il regista Valerio Giordano, dell’Associazione Culturale Tract, in scena con la sua compagnia teatrale per regalarci un estratto dal suo ultimo spettacolo Dorotea nel favoloso mondo di Oz.
E ovviamente la pittura: esporranno le loro opere le pittrici Ada Pasta, Claudia de Benedittis e Stefania Cassano.
La poesia è una delle sezioni più amate di Mymee: Claudia Peri, amica sensibile ed illuminata, presenterà dunque i “nostri” poeti con le loro raccolte di poesie: l’emergente Stefania Di Lorenzo porterà alcune poesia inedite, Emanuele Pagani leggerà versi dal suo Zibaldino mentre Barbara Maresti leggerà le sue poesie tratte da Le impronte della vita “ambientate” tra i suoi outfit d’artista, pezzi unici disegnati per ogni poesia. Barbara Bartolomei, caustica poetessa che scrive in romanesco, reciterà i suoi versi assieme all’attrice Elisabetta Viafora tratti da Se son rose sei al semaforo. 
Nell’ultima sala, dove sarà anche possibile rifocillarsi con un menu dedicato alla serata, non poteva mancare la musica. Qui si daranno il cambio musicisti, compositori e cantanti;   al pianoforte Gigi Antonacci con i suoi originali e vivaci arrangiamenti di cover, il compositore Giuseppe Vigliotti con i suoi inediti alla chitarra e in particolare Il brano composto come colonna sonora per il booktrailer del romanzo Lei di Paolo Varese. Valerio Monobjo Silvestri, membro di famosissime band negli anni 90, è un personaggio cosmico.  Le sue composizioni sono descrizioni di mondi fantastici e misteriosi e presenterà il suo nuovo progetto, Diana’s Mirror, CD con libretto. Il Quintetto Extraurbano sono un gruppo raffinato jazz soul e funk appena maggiorenni  ma di incredibile  talento: Tommaso Buzza al piano, Rinchen dhondupalle percussioni, Piersante Falconi alla batteria, Ivan Bernardino al sassofono e al basso Alessandro Loggia.
La talentuosa e giovanissima  Michela Conti è un’artista dalla straordinaria voce e si esibirà per noi in un mini concerto accompagnata al piano dal maestro Fabio di Cocco. 
Spazio ai nuovi talenti: i giudici  Francesco Frattaioli, pittore,  Alessandro Orlandi,  Luciano Tancredi giornalista e  Paolo Varese, scrittore, premieranno le migliori dieci opere selezionate nel Contest organizzato da MyMee e Racconti Mignon : Microracconti in 15 parole. I microracconti selezionati dai giudici saranno letti dall’attrice e regista teatrale  Fabrizia di Francesco.
Ci sarà anche un momento dedicato alla solidarietà con l’iniziativa  MyMee per il sociale. E’ la prima del genere ed è dedicata al comitato dei 628 sfollati in seguito alla tragedia del ponte di Genova,  Quelli del ponte Morandi.  MyMee, con la collaborazione dell’associazione culturale Grand Hotel che ha messo a disposizione i suoi artisti, Andrea di Cesare, Francesca  de Rubeis, Vincenzo Frattini e Alessandro Gabini,  per realizzare delle T-shirt, e l’associazione culturale  Made In Jail che opera nelle carceri con  I detenuti incoraggiandoli alla formazione culturale, motivandoli al lavoro facendo emergere anche le loro qualità artistiche.  Presenteranno nella serata un progetto di grande valore sociale e creativo. Da non perdere, per far sentire che l’arte è sempre a fianco di chi ha bisogno.
Per finire, danze sfrenate: la serata si concluderà con un dj set dei producer Alessandro Tancredi Giulio Ricottidella Big Juicy Sound e da DjLeleEmanuele Pagani, che ci faranno ballare fino a tarda notte.
Print Friendly, PDF & Email

930total visits,2visits today

  • 1
    Share
Polis Notizie

Polis Notizie

Redazione

Ti sono piaciuti i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli

error: Content is protected !!