Emozionante concerto “Io canto per te” di Mariella Nava a Taranto!

Di Daniela Rubino & Cosimo Pricci (un fan tra i Navaganti)

Bellissima ed emozionante serata musicale a Taranto ieri sera, con il concerto musicale di “Io canto per te”, presso la Chiesa Madonna della Scala in Via Duomo 178 nella Città Vecchia, organizzata dalle Associazioni Lions di Taranto Vecchia, Antonella Caricasole e Domenico Carone e presentata da Don Emanuele e Dino Fiorini. I cantanti Marco Scapati e Carmen Durante hanno aperto la serata

Mariella Nava, cantautrice tarantina  si è esibita accompagnando la voce con vari strumenti, insieme a Roberto Guarino, Sasà Calabrese, Sasà Salvatore Cauteruccio.

Nel repertorio troviamo riferimenti alla musica cantautorale degli anni settanta come in “Lo scontrino (Un’Arte)”, che nella musica e nell’invettiva del testo ricorda alcune canzoni di Fabrizio De André. Il brano racconta di una discussione alla cassa di un supermercato dove un uomo comincia a parlare a Mariella suggerendole di parlare nelle sue canzoni dei problemi di ogni giorno e di quelli nazionali anche.

Le sue composizioni sono in realtà delle ″riflessioni″ – ha voluto sottolineare più volte Mariella – e richiamano sicuramente la ricchezza della sua adolescenza ‘matura’ come in “Questi figli”, la sua prima canzone scelta personalmente da Gianni Morandi per il suo album Uno su mille del 1986. La cantautrice racconta che Morandi fu colpito dalla sua abilità nell’immedesimarsi negli stati d’animo di un genitore verso i propri figli.

Un giorno fui chiamata al telefono da Mara Maionchi che mi chiese un testo per  Eduardo De Crescenzo che doveva partecipare a Sanremo 1989. Fu così che scrissi Come mi vuoi″ , un brano reinterpretato anche da Mina nel disco “Sorelle Lumière” e dalla stessa  Nava in “Cosi è la vita” del 1999. ″Per amore fu portata al successo dal tenore Andrea Bocelli nell’ album Romanza e lanciata in orbita nello spazio″ – continua l’artista.

Seguono i brani “Condivisioni”, “Non deludermi”, “Ho bisogno di te”, “Terra mia”(undicesimo posto a Sanremo 1994 e  premio “Volare” consegnato dal grande Domenico Modugno), “Cosi è la vita” ( terzo posto a Sanremo 1999), “In nome di ogni donna” (scritta per la partecipazione al Festival di Sanremo e inviata a Gianni Morandi il quale non l’accettò per il tema che trattava: un interrogatorio presso la caserma dei carabinieri da parte di una donna coraggiosa che denuncia le violenze domestiche subite dal marito. La canzone fu poi inserita nell’album Tempo mosso del 2012).

In realtà Mariella scrive, interpreta e suona circondandosi dei suoi più affezionati colleghi cantautori e musicisti: una musica ricercata, la sua!

“Tornare vivo” è stato interpretato  dal cantautore scomparso Lucio Dalla che decide di modificandolo in “Notte Americana” inserito nel suo venticinquesimo album discografico Luna Matana del 2001.  “Spalle al muro” le fu invece commissionata da Renato Zero: ″All’inizio son rimasta in silenzio quando Renato Zero mi ha chiesto una canzone″ –  racconta Mariella spiegando che quell’apparente sua sospensione fu interpretata da Renato come un rifiuto, tanto che accennò ad andarsene dicendole che aveva capito che non voleva fare nulla. Ma fu subito richiamato dalla Nava ed il ″Capolavoro″ – così commentò Renato il testo scritto da Mariella, fu portato al Festival di Sanremo nel 1991, classificandosi 2° ed ebbe persino una ovazione dal pubblico.

Mariella ha concluso la serata col un Bis “Ci sono pensieri” , un brano inserito nell’album Tempo mosso del 2012 e nella colonna sonora di una telenovela brasiliana.

L’ultima volta che ho partecipato  a Sanremo è stato nel 2002 con Il cuore mio che  fa parte dell’album Questa sono io classificandomi al 6° posto” – rivela infine Mariella Nava!

E i cittadini di Taranto sperano e le augurano di rivederla presto sui grandi palcoscenici!

Foto creditis ©Daniela Rubino & Cosimo Pricci

 

Print Friendly, PDF & Email

3335total visits,1visits today

Polis Notizie

Polis Notizie

Redazione

error: Content is protected !!