Trani (BT). Agguato al Molo Santa Lucia.

Condividi

Ex dipendente spara due colpi di pistola all’indirizzo di un pescatore, ferendolo lievemente ad un braccio. Arrestato dai Carabinieri per tentato omicidio.

Ieri mattina si è presentato presso la Caserma dei Carabinieri di Trani un pescatore 46enne del luogo per denunciare un suo ex dipendente 40enne, in quanto, poco prima, quest’ultimo avrebbe tentato di ucciderlo, mirando alla sua persona e sparando 2 colpi di pistola. A prova di ciò, il denunciante aveva con sé uno dei bossoli poi  sequestrato,  il movente  a quanto riferito è probabilmente legato a motivi di lavoro. La cosa che inizialmente ha lasciato  perplessi i Carabinieri  è che il pescatore si è presentato in Caserma  senza esternare particolare agitazione per il pericolo scampato, nonostante uno dei colpi lo avesse ferito al braccio destro, procurandogli, fortunatamente, solo un lieve graffio. Dal racconto dei fatti, i militari, hanno rilevato  che l’attentato  è avvenuto tra le 6.30 e le 7.00 presso la banchina del molo Santa Lucia. Alcuni militari  recandosi quindi  sul luogo ,attraverso  un impianto di video sorveglianza, hanno  attestato la veridicità dei fatti. Dall’esame delle stesse è emersa anche  la premeditazione, dal momento che l’attentatore è stato ripreso mentre  aspettava sul posto di lavoro l’arrivo della vittima.  Il malfattore, infatti, appostato nelle vicinanze, nel vederlo sopraggiungere, alla guida del proprio ciclomotore ,  ha esploso  il primo il colpo, e accorgendosi di non aver colpito il pescatore, ha fatto  nuovamente fuoco, fortunatamente non ferendo nessun altro. Dopo alcune ore, il 40enne, probabilmente vistosi alle strette dalle pressioni dei Carabinieri, si è presentato  con il proprio difensore di fiducia presso la locale Caserma, negando il suo coinvolgimento nei fatti in argomento,  ma le prove, ormai acquisite hanno fato scattare l’arresto  e, dopo le formalità di rito, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, il 40enne è stato tradotto presso la locale casa circondariale, con l’accusa di tentato omicidio,  porto illegale di armi da fuoco e altro.

Print Friendly, PDF & Email

214total visits,1visits today

Polis Notizie

Polis Notizie

Redazione

Ti sono piaciuti i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli

error: Content is protected !!