INAUGURATA LA RETE MUSEALE

Giovanni Mercadante

Si apre un nuovo scenario per la fruizione dei beni culturali

Infopoint di via Traviso/Altamura

Dopo anni di attese, di rimpalli e di impedimenti burocratici, ecco la conferenza stampa tenuta la settimana scorsa  nella sala dell’Infopoint  di Via Treviso che mette nuovamente all’attenzione del grande pubblico la fruizione della rete museale. Un progetto non più procrastinabile a cui è stato messo fine al travagliato iter per la messa in rete dei vari siti. Dal comunicato stampa diffuso dal collega giornalista Onofrio Bruno si apprende l’offerta della rete territoriale dei principali siti culturali, storici, naturalistici e produttivi.

Questo l’elenco dei SITI di INTERESSE della RETE:

  1. Palazzo Baldassarre – Punto informativo e Centro di documentazione
  2. Masseria Ragone/Lamalunga –Centro didattico e museo del carsismo
  3. Museo Nazionale Archeologico
  4. Cattedrale e Museo Diocesano dei Matronei
  5. Museo Etnografico dell’Alta Murgia
  6. Archivio Biblioteca Museo Civico
  7. Centro storico
  8. Pulo
  9. Grotta della Capra
  10. Forni del Consorzio Pane di Altamura DOP
  11. Masserie del Consorzio “ Taste and Tour in masseria”

L’iniziativa è stata promossa dalla Rete Museale Uomo di Altamura  del Comune di Altamura, gestita dal RTI Coopculture, Cars e IRIS, cui fanno capo Palazzo Baldassarre, il Centro Visite Lamalunga, l’Infopoint turistico e la didattica e valorizzazione del Museo Archeologico Nazionale di Altamura.

Il 19 aprile2018 è stato sottoscritto un protocollo comune con cui si avvia la Rete Territoriale grazie all’adesione del Polo Museale della Puglia, della Diocesi/Museo diocesano di Altamura, dell’ABMC – Archivio Biblioteca Museo Civico, del Consorzio del Pane di Altamura DOP e del Consorzio “ Taste and Tour in Masseria”.

La Rete Territoriale Uomo di Altamura rappresenta un innovativo modello di gestione dell’offerta integrata di servizi culturali, turistici e produttivi di un territorio e intende porsi all’attenzione regionale e nazionale come una “buona pratica”. E’ costruita, infatti, in linea con il Piano strategico del MIBACT e secondo le linee guida del recentissimo D.M. 113 (febbraio 2018) sulla costituzione dei sistemi museali, culturali e turistici.

Dalla predetta data parte il biglietto integrato “Visite con Gusto” che prevede la visita con guide turistiche riconosciute a due o tre siti (a scelta) più il pane di Altamura da ritirare presso i forni.

In concomitanza con la firma del Protocollo di intesa è stato inaugurato l’InfoPoint di via Treviso, struttura inutilizzata da molti anni ed aperta in forma stabile, nell’ambito della Rete Museale, come punto informativo, sportello turistico, luogo della didattica e di laboratori.

In primo piano la ricostruzione dell’uomo arcaico

Alla presentazione sono intervenuti Vittorio Lapolla  – Commissario Straordinario Comune di Altamura; Berardino Galeota  Dirigente  Politiche Culturali e Turistiche del Comune di Altamura; Elena Saponaro – Direttore Museo Archeologico Nazionale di Altamura; Domenico Nicoletti, Direttore del Parco Nazionale dell’Alta Murgia; Mauro Paolo Bruno,  Dirigente Dipartimento Turismo ed Economia della Cultura e Valorizzazione della Regione Puglia; per la Rete Museale Giovanna Barni e Marianella Pucci per CoopCulture, Giovanni Ragone e Giuseppe Cicirelli per CARS, Stefano Porzia e Aurelia Spinelli per Iris.

Per i partner hanno sottoscritto il protocollo don Nunzio Falcicchio (Diocesi), Giuseppe Pupillo (presidente Abmc), Giuseppe Digesù (vice presidente Consorzio Pane DOP), Raffaella Rinaldi (Consorzio Masserie), Elena Saponaro (Polo Museale).

Cattedrale di Altamura – Museo diocesano
Print Friendly, PDF & Email
dott. Giovanni Mercadante

Corrispondente Alta Murgia

507total visits,1visits today

dott. Giovanni Mercadante

dott. Giovanni Mercadante

Corrispondente Alta Murgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!